Facciamo da apripista

Qualche mese fa io, Davide, Giorgio e Luca sollecitammo il Partito provinciale e regionale a svolgere le primarie per i parlamentari, come Prossima Italia sta facendo da molto tempo con le campagne “prima gli elettori” e “non ci resta che scegliere”.

Siamo molto soddisfatti che le cose si stiano muovendo per il verso giusto e che la Liguria stia facendo da apripista alle altre.

Ritengo poi particolarmente sensato tenere il “profilo Basso”, ovvero la strada indicata dal segretario regionale Lorenzo Basso: vogliamo che vengano fatte in tutta Italia, ma intanto organizziamoci noi. Il buon vecchio senso pratico ligure che porta a non sprecar nulla, manco il tempo.

Abbiamo l’occasione straordinaria di archiviare per sempre un brutto incubo e dobbiamo prepararci a farlo con tutte le forze, mostrandoci migliori degli altri. Buone primarie a tutti.

Accontentàti: primarie per i parlamentari

Qualche tempo fa io, Giorgio, Luca e Davide scrivemmo una lettera chiedendo al PD provinciale le primarie per i parlamentari.

Oggi Lorenzo Basso, segretario regionale, ha detto si terranno. (video, per chi non ci crede)

Bene. Siamo molto contenti.

Aggiungo solo che si potrebbero fare anche in caso di cambio di legge elettorale.

La diversità è una ricchezza

Un modo semplice per dare energie nuove a quest’Italia, che ne ha tanto bisogno. Una questione di giustizia. Un modo per condividere responsabilità civili. Una seria possibilità di allargare la partecipazione. Dare il benvenuto a qualche faccia nuova. Sto parlando ovviamente della campagna “l’Italia sono anch’io”, che sostengo e aderisco, come fa anche Camilleri.

All’interno di questa campagna si distingue l’attività portata avanti dal Circolo PD di Imperia Porto Maurizio, e ci sta dando bello secco. Questa domenica ad esempio si è svolto un incontro multinazionale all’ARCI Guernica  con obiettivi il confronto, la conoscenza e il miglioramento del vivere comune in città nel modo migliore possibile: gambe sotto il tavolo e pranzo amichevole con ognuno che portava un piatto della propria tradizione. Abbiamo così potuto degustare specialità liguri, turche, marocchine, romene, tunisine, palestinesi, peruviane e olandesi (io ho portato degli streppa e caccialà alla mendaighina, of course) e intanto a tavola ci si è potuti conoscere meglio.

Venerdì 13 Gennaio 2012 alle ore 21 presso il Centro  Polivalente di Piazza Duomo di Imperia ha invece organizzato l’incontro “Immigrazione e integrazione a Imperia: facciamo della diversità una ricchezza”, in cui interverranno la Segretaria del Circolo Graziella Battistin, seguita da Andrea Natale (Magistrato del Tribunale di Torino), dal Segretario Regionale PD  Lorenzo Basso e dal Consigliere Regionale Giancarlo Manti.

E’ anche il momento in cui dobbiamo tutti diventare intolleranti verso il razzismo. Parlo spesso delle sparate di Zoccarato e dei leghisti imperiesi ed è una moda che purtroppo sta facendo breccia anche più a levante, verso Albenga. Ora basta, verso questi episodi, adesso tolleranza zero, davvero.

La libertà non ha pizzo

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: