A Sampierdarena 21 giugno

festa villa scassi

 

 

E qui c’è il resto del programma della festa.

 

Ottimo lavoro della grandissima Sara Trotta e del circolo PD di Sampierdarena.

Il commento di Libera

Oggi, venerdì 3 Febbraio, il Consiglio dei Ministri ha provveduto allo scioglimento del Consiglio Comunale di Ventimiglia, su proposta del ministro degli Interni, Annamaria Cancellieri. Appena due giorni fa il TAR confermava  lo scioglimento di quello di Bordighera.

Dichiara Luciano De Vescovi (Referente di Libera Imperia): “Dopo Bardonecchia (nel 1995 ) non era più successo che la penetrazione mafiosa nel nord venisse così pubblicamente denunciata da provvedimenti governativi e della magistratura amministrativa. Entrare nel merito delle due decisioni è compito di altri, di chi ha studiato a lungo le carte, le questioni amministrative. E’, però, dovere di Libera far notare come questo angolo della piccola provincia di Imperia, così diverso dalle più ricche plaghe del Piemonte o Lombardia, sia di fatto così più esposto di quelle alle penetrazioni mafiose.

Qui non sono in gioco i fantastici appalti legati all’Expo milanese, qui c’è da costruire un piccolo porto e, forse, ampliarne un altro ancor più piccolo : non ci sono neppure i casinò, di Sanremo o della Costa azzurra.

Eppure, le pubbliche amministrazioni, meglio dire la classe politica che qui governa, sembra più debole che altrove, tanto più permeabile all’infiltrazione nemica. Dove non ci dovrebbe essere interesse, per mancanza di grandi opere, e anche di quelle medie, le organizzazioni mafiose trovano comunque un interesse a colonizzare : lo trovano in un testo sociale e politico fragile, nella possibilità di stabilire importanti teste di ponte, locali o cupole, da utilizzare poi per il controllo di un territorio più vasto, Ponente ligure e Riviera francese”.

Aggiunge Matteo Lupi, referente regionale di LIBERA : “Il comune di Bordighera ed oggi il Consiglio Comunale di Ventimiglia  sono stati sciolti per infiltrazioni mafiose dopo inascoltate denunce di esponenti delle istituzioni e della società civile. Ventimiglia non avrà dunque elezioni democratiche a maggio, ma dovrà attendere almeno 15 mesi per riavere un sindaco eletto dal popolo: è questo uno dei dati di fatto prodotti da una misura ormai attesa in Città e che drammaticamente si aggiunge a quello che già aveva vissuto il Comune di Bordighera nel marzo scorso”.

Sabato 17 Marzo, a Genova, LIBERA ricorderà tutte le vittime innocenti di Mafia, per dare un segno forte di affetto e di partecipazione alla vita di questa comunità attonita e incredula: sarà una giornata in grado di sintetizzare mesi di sensibilizzazione condotta a contatto quotidiano con gli esponenti più attenti delle istituzioni, con le scuole, le università, i sindacati, il mondo delle associazioni, gruppi parrocchiali, le professioni, quegli imprenditori fortemente impegnati in Confindustria per un rinnovato patto di legalità.

Matteo Lupi (referente regionale di LIBERA)
Luciano De Vescovi (Libera Imperia)

Due Don da mettere in agenda

Segnalo due appuntamenti con due sacerdoti molto particolari nell’ambito della campagna “l’Italia sono anch’io”.

Il primo è per martedì 24 Gennaio alle ore 21 presso l’Oratorio di Don Bosco a Vallecrosia e avrà come protagonista Don Antonio Sciortino, direttore di Famiglia Cristiana, sul tema “Anche voi foste stranieri”: all’interno dell’incontro verranno presentati i dati dell’ultimo Dossier sull’Immigrazione della Caritas.

Il secondo appuntamento è per il giorno successivo, mercoledì 25 gennaio, sempre alle ore 21, ma stavolta a Sanremo e alla sala Ariston Roof 1 per un incontro con Don Luigi Ciotti, presidente di LIBERA.

In entrambi gli incontri si potrà firmare e sostenere la campagna “l’Italia sono anch’io”.

L’Italia sono anch’io

Anche nella nostra provincia è partita la Campagna Nazionale “L’Italia sono anch’io” per i diritti di cittadinanza (www.litaliasonoanchio.it) promossa a livello nazionale da 19 associazioni, tra cui: Acli, Arci, Asgi -Associazione studi giuridici sull’immigrazione-, Caritas Italiana, Coordinamento nazionale degli enti locali per la pace e i diritti umani, Federazione Chiese Evangeliche in Italia, Fondazione Migrantes, CGIL, Libera, Rete G2-Seconde Generazioni.

La campagna promuove due proposte di legge di iniziativa popolare, una sulla riforma dell’attuale normativa sulla cittadinanza ed una sul diritto di voto alle elezioni amministrative, per il riconoscimento alla popolazione immigrata che lavora onestamente e risiede regolarmente da un certo numero di anni nel nostro paese di diritti che costituiscono gli strumenti più alti di integrazione e di responsabilità sociale e politica e per i riconoscimento del diritto di cittadinanza ai giovani stranieri che sono nati e cresciuti in Italia.

La normativa attualmente in vigore non riconosce la cittadinanza come un diritto tutelabile davanti all’autorità giudiziaria neppure per chi lavora onestamente e risiede regolarmente anche da parecchi anni nel nostro paese, ma solo come una concessione elargita in modo del tutto arbitrario e discrezionale da parte dell’autorità amministrativa. Inoltre, non esiste nel nostro paese la effettiva possibilità di acquisire automaticamente la cittadinanza da parte di bambini nati in Italia da genitori stranieri, o da parte di giovanissimi giunti in Italia in tenera età. Per questi minori è evidente la divaricazione tra lo status giuridico e l’identità personale, costruita nell’acquisizione del patrimonio linguistico e culturale e nei legami sociali. Quanto al diritto di voto nelle elezioni amministrative i cittadini non comunitari, che pure contribuiscono al finanziamento delle strutture pubbliche locali mediante il prelievo fiscale, ne sono totalmente esclusi, ciò in contrasto con quanto dispone la Convenzione del Consiglio d’Europa sulla partecipazione degli stranieri alla vita pubblica a livello locale, fatta a Strasburgo nel febbraio del 1992 ed entrata in vigore nel maggio del 1997.

Costituiscono il comitato promotore della provincia di Imperia le seguenti associazioni: Acli, Arci, Caritas diocesana Ventimiglia-Sanremo, Casa Africa-onlus, Chiese Valdesi della provincia di Imperia, Cgil, Libera e Mappamondo-onlus.

A partire dalle prossime settimane il comitato promuoverà iniziative per la raccolta di firme delle due proposte di legge. Durante il mese di gennaio verranno inoltre raccolte le firme in occasione dei seguenti eventi:

13 gennaio-ore 21- Imperia- Centro Polivalente- Incontro su immigrazione e integrazione a Imperia, organizzato dal circolo PD di Porto Maurizio.

24 gennaio-ore 21 – Vallecrosia- Cinema/Teatro don Bosco, via Col. Aprosio n. 433 – “ANCHE VOI FOSTE STRANIERI” incontro con don Sciortino, direttore di Famiglia Cristiana, e presentazione del Dossier Immigrazione di Caritas Italiana, organizzato da Caritas diocesana Ventimiglia-Sanremo, Associazione Mappamondo, Parrocchia Maria Ausiliatrice

25 gennaio-ore 21- Sanremo- Palafiori – Incontro con DON CIOTTI- organizzato da Libera

Da SanremoNews

Semplicemente una questione di civiltà. Farò il possibile per aiutare questa raccolta firme.

La libertà non ha pizzo

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: