Ai cittadini la scelta

Le elezioni politiche della primavera 2013 sono sempre più vicine, e di pari passo le probabilità che la legge elettorale cambi in tempo purtroppo diminuiscono.
Per questo motivo è necessario che il Partito Democratico inizi quanto prima il percorso che porti allo svolgimento delle primarie, il metodo migliore per garantire la rappresentanza e la democraticità del Parlamento.Sono già stati redatti diversi regolamenti che garantirebbero tra le altre cose sia un’effettiva rappresentanza territoriale sia un’equa rappresentanza dei generi.

Il PD della Provincia di Imperia ha espresso questa volontà già dal 2010, ed è ora giunto il momento di dar seguito a quella decisione unanime, sia rendendosi disponibile ad organizzarle in autonomia, sia soprattutto sostenendo l’iniziativa di alcuni membri della Direzione Nazionale che in occasione della loro prossima riunione riporteranno all’attenzione dei dirigenti nazionali del PD la necessità di prendere definitivamente decisioni operative in merito.

Riteniamo che il Partito Democratico, come già il Segretario Bersani ebbe a dire pubblicamente, qualora la legge elettorale resti quella attuale si debba impegnare a restituire ai cittadini la scelta diretta dei propri rappresentanti in Parlamento.

Davide Damonte – Consigliere Comunale a Diano Castello
Alessandro Lanteri – Consigliere Provinciale
Giorgio Montanari – ex (da pochissimo ndb) Consigliere Comunale di Imperia
Luca Napoli – Assessore ai Servizi Sociali di Taggia

 

 

Parzialmente OT: carino vero?

Sei a uno

Ieri bene dissi (scritto staccato) l’atteggiamento del mio amico Giorgio Montanari, oggi leggo sui giornali on line che ha deciso di compiere un atto decisamente forte, che io personalmente non avrei fatto, anche se farsi dare del delinquente sui giornali non è troppo piacevole.

Alcuni sono molto critici con l’azione intrapresa da Giorgio ma (guarda caso!) non usano lo stesso metro per Strescino “querelator” che negli ultimi giorni ha preso analoghi provvedimenti contro un suo ex assessore (Nicola Falciola), quattro suoi ex consiglieri (Chiaraman, Dulbecco, Arimondi e Poillucci) e un imprenditore (De Michelis). E per ora siamo sei a uno.

In questi casi ovviamente nulla da eccepire ci fu, perchè Strescino ha visto la luce. Io penso che l’abbia vista blu e lampeggiante la luce, ma questo è un altro discorso.

Sarebbe carino quindi che allo stesso modo in cui si tirano le orecchie a Giorgio, si tirassero anche al loro molto gradito ex Sindaco.

Dalli al ragazzino

Si sa, i giovani d’oggi sono tutti uguali, specie al giorno d’oggi che non ci sono più mezze stagioni e che una volta qui era tutta campagna. E quindi di default i ragazzini sono supponenti e saputelli. Anche quelli di trent’anni. Che poi sono in realtà due volte quindicenni, per logica matematica.

Di conseguenza, non serve dire altro.

Non serve più pensare al merito della faccenda: un signore che fa proclami spacciandosi per ciò che non è (senza che nessuno tra i giornali verifichi, as usual).

Piena solidarietà a Giorgio Montanari, che ha detto cose vere (che nessun altro aveva detto pur essendocene un gran bisogno).

A qualcuno non è piaciuto? Pazienza. Tanti tra i dislike non mi sembrano in grado di dare lezioni di supponenza a chicchessia. Anzi, mi sembra che tra loro c’è chi ha strumentalizzato molto la questione Senardi. Questo sì un vecchio liberale dovrebbe trovare offensivo.

Appuntamenti a raffica

Questa sera giovedì 26 ore 21 al Tatanka di Arma di Taggia “la lista Genduso incontra i giovani” – due parole due e live music della Speramu Band e della Grockbanda in Trio e a seguire DJ Joe T. Vannazzo (tutti e tre mie vecchie conoscenze).

Venerdì 27 alle ore 21 a Villa Boselli di Arma di Taggia un incontro sull’agricoltura organizzato dal PD (focus speciale sull’IM con la presenza dell’Assessore Regionale Giovanni Barbagallo e la Senatrice Maria Teresa Bertuzzi (commissione Agricoltura del Senato).

Sabato 28 aprile alle 17  “L’euro nella tempesta economica mondiale. Federazione Europea subito. Il ruolo del Movimento Federalista Europeo” alla sala Polivalente di Vallecrosia. Relatori l’economista Franco Praussello (mio ex professore #sapevatelo) e il Segretario Regionale del Movimento Federalista Europeo Sandro Capitanio.

Domenica mattina invece alle 10 da Pepin a Ventimiglia incontro PD-PSF pro Hollande, ma ne ho già scritto.

 

Le dovute spiegazioni

Da un po’ io assieme agli amici GD e a Giorgio Montanari si pensava di fare un eclatante pesce d’aprile. Non siamo nuovi a giocose uscite scherzose, come sapete. Tanti ci hanno chiesto cosa avremmo combinato, riconoscendoci dunque un’indubbia professionalità.

Dato che la situazione attuale nel nostro ridente ponente, tra comuni sciolti per mafia, scontri aperti tra scajoliani e minassiani, porti arenati e giunte disarcionate è già molto comica di per sè, abbiamo ritenuto per quest’anno di soprassedere, dato che siamo convinti che almeno quest’anno ci sia stata già abbastanza commedia per considerare superfluo un nostro intervento.

Ammazzare il Porcellum, con un colpo di penna

E’ arrivato il momento di dare una mano come si può e con tutta la forza che si è in grado di mettere in campo per impedire che anche al prossimo giro 946 parlamentari siano nominati dai Partiti.

Abbiamo deciso di dare una mano a Prossima Italia in una campagna referendaria difficile e al cardiopalma per abbattere la legge porcata. Il referendum resta l’unica strada ormai percorribile dopo che tutte le altre si sono dimostrate essere vicoli ciechi.

L’11 luglio scorso, il comitato referendario (FirmoVotoScelgo) ha presentato in Corte di Cassazione due richieste di referendum abrogativo che hanno per oggetto la disciplina vigente per l’elezione dei due rami del Parlamento, come modificata dalla legge 21 dicembre 2005, n.270. Entrambi tendono ad abrogare la legge Calderoli.


La massima influenza dei cittadini si ha con la presenza dei sistemi uninominali di collegio. E’ questo che fa della legge elettorale un tema nient’affatto lontano dalle nostre vite ma che sta a cuore a un’Italia che vuole decidere per il proprio futuro. Per Prossima Italia è l’occasione giusta anche per parlare a gran voce non solo del ritorno ai collegi uninominali ma anche di primarie dei parlamentari.

Stiamo organizzando alcuni appuntamenti per raccogliere le firme a Imperia e in Provincia, chi volesse darci una mano è più che il benvenuto. Abbiamo pochissimo tempo, perchè i moduli devono essere spediti entro il venti. Vi faremo sapere come ci organizzeremo per un rush finale dal 9 al 18 settembre. Il nostro compito sarà quello di aiutare a raggiungere l’obiettivo nazionale delle 500.000 firme.

Abbiamo deciso di associare alla raccolta l’adesione alla campagna di Prossima Italia per le primarie dei parlamentari (su cui peraltro il Coordinamento Provinciale del PD si è già espresso a favore). Proviamoci, una firma può essere il primo passo per aprire le porte del palazzo e far entrare aria pulita.


Giorgio Montanari (consigliere comunale PD di Imperia) e Alessandro Lanteri (consigliere PD della Provincia di Imperia)

Estrosi nizzardi

Il Sindaco di Nizza – nonchè ministro dell’Industria francese – Christian Estrosi , sta spingendo insieme al Sindaco di Genova Marta Vincenzi, per la creazione di una linea ad Alta Velocità tra Genova e Nizza.

Un progetto del genere non può non avere un impatto positivo anche sul raggio più breve, anche se la vera emergenza attuale sono i collegamenti regionali dalla nostra Provincia alla Costa Azzurra e alla Superba, come purtroppo ben sanno studenti e pendolari.

In ogni caso, migliori e più veloci collegamenti per la Riviera francoitaliana dovrebbero avere un appoggio bipartisan  e lungimirante, come già ora in parte lo è (Estrosi è del partito di Sarkozy, Marta Vincenzi è del PD). Mi ricordo di altre iniziative politiche a favore di questa linea e in particolare una cui partecipammo io e Giorgio Montanari un paio d’anni or sono con il MoDem francese (che nulla ha a che vedere con l’omonimo italiano) a Beaulieu. Già allora pensavamo che non fosse per nulla un’idea stupida, anzi…

Panoramica

Breve selezione di opinioni riguardo Mafiosissima 2010

Marco Ballestra mi si nota di più se ci vado o se non ci vado?

Marco Preve e alcune riflessioni su circoli, giochi e dimenticanze

Matteo Lupi che nessuno si sottragga al confronto

ImperiaParla e le reazioni impreviste

Alessandro Gazzano ovvero non so cosa dire ma lo dico lo stesso

Gianni Calvi e le differenti attenzioni riservate ai differenti usi del tricolore

Giorgio Montanari de evidentiae negatio  et de salto ab palo in frasca

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: