Cronache dalle Primarie – stagione IV episodio 6 – The others

Ho già parlato dei primi due quinti dei fans, ovvero di renziani e bersaniani di riviera.

Non ci possiamo far mancare nulla, e quindi ci sono ovviamente anche i sostenitori degli “altri”, Vendola, Tabacci e Puppato.

I Vendoliani hanno avuto la loro giornata di gloria venerdì scorso 9 novembre – anniversario della caduta del muro di Berlino tra l’altro – quando Nichi è venuto a visitare l’estremo ponente, con tappe Ventimiglia, Sanremo e Bordighera. Ha ricordato – ma quelli che avevano partecipato alla disastrosa avventura del Dopofestival YouDem lo sapevano già – di aver partecipato al Festival di Sanremo nel ’95 con Sabina Guzzanti e David Riondino e uno di quegli ensemble multicolori autoreferenziali che tanti danni han fatto alla sinistra italiana ahimè. Dall’Ariston ha lanciato strali e accuse a Bersani e Renzi, suscitando molto calore tra i fan, ma in realtà poca polemica vera e propria, che era quella che andava cercando. Hanno fondato 3 comitati civici di sostegno a Vendola, composti per lo più (comprensibilimente) da iscritti e simpatizzanti a SEL.

Il sostegno a Bruno Tabacci pare invece molto più limitato, anche se in molti siamo – ovviamente me incluso – contenti della sua partecipazione. Il comitato locale di sostegno pare sia capeggiato da Sergio D’Aloisio, noto esponente ex IDV.

Ultimi siamo noi per Laura Puppato. Sì, siamo. Ho deciso di sostenere la candidatura di Laura perchè ritengo sia quella che meglio può rispondere alle giuste perplessità dell’elettorato che per due terzi ormai o diserta le urne o fa voto di protesta e la giusta attenzione alle tematiche dell’ambiente, della sostenibilità e dei diritti civile. Accanto a me un piccolo gruppo di sostenitori come Giacomo Ferrari e Donatella Albano e la consapevolezza di aver fatto una scelta di cuore.

Ieri c’è stato il primo dibattito a 5 presso il circolo San Martino, mentre questa sera al circolo di Imperia Porto Maurizio e sabato pomeriggio a quello di Sanremo Centro si presenteranno le candidature del PD.

Per le registrazioni, o online oppure presso i banchetti a Imperia, Sanremo e Ventimiglia.

A proposito di rifugiati…

Visto che suiTG si parla tanto di rifugiati come una minaccia, capita a fagiolo questa notevole iniziativa del Comune di Terzorio, retto dal Sindaco Giacomo Ferrari.

L’amministrazione comunale di Terzorio ha deliberato infatti il conferimento della cittadinanza onoraria a Dagmawi Yimer, di nazionalità etiope, fuggito a causa delle violente repressioni nei confronti delle proteste studentesche di Addis Abeba del 2005. Dopo più di un anno di travagliato viaggio attraverso il Sudan e la Libia, approdò a Lampedusa e ricevette dall’Italia il riconoscimento alla protezione umanitaria.

A Roma, dopo aver appreso l’italiano, partecipò ad un corso di regia cinematografica, che da allora  è diventata la sua professione. Ha partecipato alla realizzazione di diversi documentari, tra cui il più noto è “COME UN UOMO”, già trasmesso da Rai3.Il suo impegno professionale è volto principalmente alla realizzazione di lavori che hanno per tema  il disagio e le sofferenze dei migranti e dei profughi, parte del suo tempo libero è speso per la divulgazione delle vicende tristi legate al fenomeno della migrazione.

 

La cerimonia è in programma: domenica 6 marzo, alle 17, presso il “Centro Polivalente “ di Piazza S. Giovanni B.ttista in Terzorio.

 

Nel frattempo, l’Alto Commissariato delle Nazioni Unite sui Rifugiati (UNHCR) ha pensato ad un modo interessante ed istruttivo per far capire cosa vuol dire essere un rifugiato: un videogioco su internet, chiamato “Against all odds” (contro ogni probabilità). Per giocare, clicca qui.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: