Comiche in Via Gioberti

Grazie a Andrea e a Monica per le risate che mi sono fatto

Mistero in via Gioberti

Dopo le grandi questioni sul senso della vita, grandi domande sul senso di marcia.

Attendiamo che qualcuno ci illumini.

Un veloce bilancio

Abbiamo saputo risvegliare qualche coscienza nel salotto buono di Sanremo, abbiamo fatto sentire un po’ in colpa qualcuno che sfrutta contratti precari, stage e praticantati, abbiamo spiegato che si parla sempre di quelli che vogliono entrare in Italia e mai dei 50.000 laureati l’anno che abbandonano il nostro Paese, abbiamo regalato dei fiori (anemoni, ranuncoli, papaveri) a km zero a chi si è mostrato interessato, abbiamo fatto puntare delle fiches sulle proposte più vincenti per il futuro degli under 35, abbiamo dovuto calmare NOI diversi over 65 che suggerivano metodi non molto ortodossi per il rinnovamento generazionale nel PD (questo è stato difficile).

Abbiamo ricevuto le carezze di tante persone, che ci hanno incoraggiato con una frase, una videodedica in musica, un pat pat su una spalla.

Materialmente, l’organizzazione è stata integralmente del Circolo PD Sanremo Centro e dei Giovani Democratici della Provincia di Imperia. Ha espresso vicinanza solo SEL Sanremo e la CGIL Provinciale.

Punta sul tuo futuro è stato un successo: tante fiches sono state messe sulle istanze che abbiamo deciso di portare avanti. Ecco i risultati:

  • + meritocrazia, – amici, parenti & amanti: 32 fiches
  • contratti veri e comprensibili: 21 fiches
  • affitti accessibili: 21 fiches
  • praticantato e tirocini durante gli studi: 16 fiches
  • basta stages truffa: 14 fiches
  • abolizione degli ordini professionali: 12 fiches
  • far tornare i nostri amici dall’estero: 7 fiches

Direi che ora abbiamo una strada da seguire. Il centrodestra che propone direttamente ai vertici Nicole Minetti l’igienista e Renzo Bossi il figlio d’arte addirittura nella Lombardia patria teorica dell’efficienza italica, non può essere riconosciuto come portatore di meritocrazia. Noi partiamo un po’ più avvantaggiati, e sarà nostro interesse dimostrare di perseguire questi valori, a tutti i livelli.

Save the date!

…sgomento, curiosità e allarme: oddio, va a finire che vogliono qualcosa anche i giovani! Ragazzacci!

Sabato dalle 15 in via matteotti, a Sanremo.

 

Su piazza Borea d’Olmo

Inizialmente piazza Borea d’Olmo doveva essere uno dei fiori all’occhiello della pedonalizzazione del centro di Sanremo. Quello che non ci aspettavamo è successo: la piazza ora è desolatamente vuota. E’ uno spreco di spazio inaccettabile. Fosse anche per pochi mesi, è necessario dare dei contenuti a questa piazza.

 

Alla stampa

 

Intendo meglio precisare la proposta del PD sul “Farmer Market” piazza Borea d’Olmo, con la soddisfazione di constatarne il riscontro in termini di attenzione.

Innanzitutto, questa proposta e quella relativa ai parcheggi feriali per motocicli sono destinate ad avere un carattere temporaneo, in attesa che la viabilità ed i parcheggi in centro assumano forma più concreta e definitiva e che soprattutto il Comune recuperi i fondi necessari per una sistemazione più decorosa dell’attuale spianata d’asfalto.

In secondo luogo, un mercato che contenga le produzioni agricole di qualità rappresenta in molti posti un’attrattiva turistica di primo piano. Riteniamo che i prodotti di qualità della Liguria siano un bene da valorizzare e non si tratterebbe solo di gustosi ortaggi o frutta, ma anche di prodotti come formaggi, confetture, prodotti del nostro mare, olio di taggiasca, vino Rossese e Vermentino, oltre a molte altre prelibatezze che la nostra terra produce e di cui dobbiamo essere orgogliosi. A questo si potrebbe affiancare un mercatino dei prodotti biologici, sempre più ricercati.

Come abbiamo già dichiarato in altre occasioni, riteniamo che i frutti della nostra terra debbano essere valorizzati al massimo e che dovrebbero passare prima dei prodotti tipici di altre Regioni o di multinazionali del cioccolato, già ospitati in quella medesima piazza.

Alessandro Lanteri
Segretario Circolo PD Sanremo Centro

 

Saper vedere oltre

L’amministrazione Borea ha affrontato diversi problemi, ma in buona sostanza sono state due le tegole che gli sono cadute sulla testa:

1- una maggioranza molto debole, composta purtroppo da personaggi poco affidabili politicamente, che hanno messo fin da subito in difficoltà la maggioranza in cui sono stati eletti, allettati anche dal gioco sporco fatto dalla precedente opposizione, ben poco presente in consiglio comunale, ma attivissima nei giochi e negli intrighi “ancien regime”; Zoccarato ogni tanto gioca a fare la vittima, ma deve ricordarsi che ha di fronte un’opposizione seria e leale, ben diversa da quella da lui guidata.

2- la questione “via Matteotti pedonale”: pare incredibile a dirsi oggi, ma la maggior parte della popolazione e dei commercianti era ferocemente contraria a vietare la “vasca” alle macchine; l’amministrazione tirò dritto, consapevole che era la cosa giusta da fare per la città, e adesso che han cambiato tutti idea e sono tutti per la pedonalizzazione, sarebbe simpatico che qualcuno ammettesse che la pensata non era così sbagliata.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: