Un gettone in meno

Ieri sera nel corso del Consiglio Provinciale il gruppo del Partito Democratico ha proposto di rinunciare completamente al gettone di presenza per la seduta: “Si tratta di un atto dovuto nei confronti dei cittadini e dei dipendenti dell’Ente Provincia, visto il difficile momento economico che tutti stanno vivendo” dichiarano i consiglieri PD, “si tratta di qualche centinaio di euro ma servono anche quelli al bilancio precario dell’Ente. Avevamo già proposto il dimezzamento delle indennità per consiglieri e assessori ed era stato votato a maggioranza nell’ultimo consiglio, ma materialmente non è stato applicato per via dell’opposizione degli assessori che non hanno voluto tagliarsi gli emolumenti”

Sempre ieri sera nel corso del Consiglio Provinciale è stato approvato il rifinanziamento della Casino’ SPA, della quale la Provincia detiene una sola azione, ammontante a circa un centinaio di euro, e dopo le doverose commemorazioni ufficiali dell’On. Manfredo Manfredi, del quale è stato appeso il ritratto il Sala Consiliare insieme a tutti i gli altri Presidenti della Provincia, e del consigliere PD Vittorio Desiglioli, recentemente mancati, è subentrato a far parte del gruppo PD Teodoro Panetta di Camporosso.

“E’ dalla fondazione della Casino’ SPA che la Provincia si disinteressa di ciò che accade nel Casino’ di Sanremo, in questi anni si è è dilapidato il patrimonio investito e si è lasciata amministrare l’azienda senza che la Provincia tutelasse i propri interessi, omettendo di controllare che cosa accadeva nella casa da gioco” accusa il gruppo del Partito Democratico il Provincia.

 

Il gruppo PD in Provincia

Sergio Barbagallo, Giovanni Boeri, Riccardo Giordano, Alessandro Lanteri, Teodoro Panetta, Fulvio Vassallo

Prossimi appuntamenti

La 1^ Commissione è convocata lunedì 18 marzo 2013, alle ore 10,30.

Odg:  1. Casinò S.p.A. – Assemblea dei Soci 30 gennaio 2013. Adempimenti di cui all’art. 2447 del Codice Civile e nuovo Piano di Impresa 2012/2014. Esame ed espressione parere.

Mercoledì 20 marzo giornata piena.

Alle ore 9.00 presso la Sala dei Comuni si terrà un incontro con le Amministrazioni Locali, gli Ordini Professionali e le Categorie Economiche in merito al Piano Territoriale Regionale.
Alle 10,30  1-3 commissione – parliamo della Convenzione per le fondazione Terruzzi – Villa Regina Margherita.

Alle 20,00  Consiglio provinciale.

Odg provvisorio:

  • 1. Surroga
  • 2. Approvazione verbali seduta precedente
  • 3. Comunicazioni.
  • 4. Ordini del giorno, mozioni e interrogazioni.
  • 5. Casinò S.p.A. – Assemblea dei Soci 30 gennaio 2013. Adempimenti di cui all’art. 2447 del Codice Civile e nuovo Piano di Impresa 2012/2014.

Assente ingiustificabile

Pare che finalmente stia cominciando un minimo di dibattito pubblico sull’unico vero settore in grado di svilupparsi e di creare occupazione nella nostra Provincia, ovvero il turismo. L’anno era cominciato con una buona notizia, ovvero il rifinanziamento degli uffici IAT (Informazione e Accoglienza Turistica) da parte della Regione. Conosco molto bene e in prima persona quanto l’attività svolta da questi punti d’accoglienza possa contribuire a rilanciare e sviluppare turismo e manifestazioni, anche perchè avevo seguito da prolochino in prima persona la nascita e la crescita della succursale mendaighina di questa rete, e i risultati di tale attività si sono sicuramente visti sul territorio.

E’ sicuramente necessaria una loro evoluzione (e qui concordo con Sergio Scibilia) che comprenda un maggiore coinvolgimento delle attività economiche e una migliore messa in rete quanto meno delle Riviere italiane e francesi. Non sarebbe assolutamente uno scandalo se questi IAT vendessero anche servizi per contribuire al loro mantenimento, anzi.

Il discorso è sicuramente lungo e complesso, ma bisognerebbe quanto meno cominciare a ragionare su alcuni punti su cui è obbligatorio intervenire quanto prima.

Il grande malato è Sanremo: dopo alcuni anni in cui si erano fatti investimenti per portare clientela pregiata (russi e tedeschi) in una città che potesse offrire manifestazioni di qualità e partecipate (su tutte, le notti bianche) ora si trova a dover organizzare alla bell’e meglio fierette al Palafiori e a constatare che il problema Casino è sempre più grande. Zoccarato come al solito tanto fumo e poco arrosto.

C’è inoltre un grandissimo assente ed è l’Ente Provincia: nella Riviera dove si può dire sia stato inventato il turismo manca un assessore responsabile, mentre di attività propositiva, di coordinamento o di promozione non c’è traccia o quasi. Gli operatori si trovano a doversi autoorganizzare anche troppo (“turismo fai da te”, si potrebbe dire). Anche importanti investimenti infrastrutturali fatti (Villa Margherita a Bordighera, Area 24, il porto di Imperia) rendono poco e niente a causa della mancanza di un efficace marketing territoriale e turistico.

Sarà il caso di cominciare a ragionarci sopra, il nostro è un posto troppo bello per tenercelo solo per noi ponentini.

Si replica!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: