Alcuni appunti

Sono stato coordinatore provinciale della mozione Civati ai gloriosi tempi del Congresso. Questo perchè mi interessava (e mi interessa tutt’ora) portare avanti alcune tematiche e introdurre alcuni metodi nel campo progressista. Non rinnego nulla di quell’esperienza, ma faccio ultimamente molta fatica a riconoscere quelle idee e quei progetti di allora in chi dice di portarle avanti.

Prima di tutto, un disagio (passatemi il termine) ideologico: dal punto di vista economico, io mi ritengo un socialista liberale e faccio fatica a ritrovarmi nelle idee di Landini. Sono convinto che gran parte della riforma istituzionale (sia quella in Costituzione che quella degli Enti Locali) sia fortemente discutibile, ma nel senso che vada discussa nel merito e non avversata a priori. Anche se su molte altre battaglie capisco le inquietudini su alcuni metodi un po’ troppo “tranchants”.

Dal punto di vista partitico poi io ritengo che il PD debba fare dei grossi passi avanti, ma che non esista nessun sostanziale spazio politico al suo esterno. Detto questo, posso anche capire che si possa far fatica e provare disagio in alcuni contesti politici. Io non accetterei però di stare perennemente a disagio all’interno di un partito.

Credo poi ci voglia un minimo di rispetto per i territori e non credo che i problemi liguri siano quelli nazionali e viceversa, e mescolarli è fortemente sbagliato.

Non ho preso parte all’articolato percorso che ha deciso di intraprendere parte della sinistra ligure riguardo le regionali: mi sembrano obiettivamente in forte difficoltà, ma a loro va comunque riconosciuto rispetto, perchè vogliono rappresentare un malessere che c’è verso la politica e che non va sottovalutato. Ritengo che sia più sensato per me innanzitutto portare avanti il mio incarico di coordinatore del PD a Sanremo, cercare di far sì che determinate tematiche vengano discusse e portate avanti e difendere alcuni punti politici – quali la sostanziale inopportunità di un’alleanza col Nuovo Centrodestra a livello ligure. Ho la presunzione di pensare che possa servire e che valga la pena impegnarsi per questo.

Info alessandrolanteri
Un ottimista che si presta a fare politica per passione

One Response to Alcuni appunti

  1. Ric scrive:

    Mi sembra un ragionamento di grande buon senso. Ric

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: