Diversi piani

Ho scritto molto in passato di Alitalia (vedi qui e qui).

Pare che parte dei soldi “spariti” dalle scatole cinesi del Porto di Imperia siano finiti dentro Alitalia. A quanto dice Caltagirone (preso di mira per questo da Crozza), non per diversificare ma perchè glielo ha chiesto Banca Intesa.

Che secondo alcuni aveva grandi interessi privati a creare il mostro Alitalia – Air One per potersi più facilmente rivalere dei debiti della seconda compagnia.

In molti separano il piano locale da quello nazionale ed europeo. Più passa il tempo, più mi convinco che è sempre più difficile e soprattutto insensato. Come potrebbe essere in questo caso, in cui fondi spariti da un’opera pubblica ponentina sono forse andati a finire a ripianare debiti privati tramite un’operazione politica di marketing seminazionalistica. Davvero incredibile.

PS: in bocca al lupo a ImperiaPost

 

 

Info alessandrolanteri
Un ottimista che si presta a fare politica per passione

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: