Un’idea per il M5S

Prevedibile contrarietà da parte del M5S sulla nuova legge sul finanziamento pubblico ai partiti.

A prescindere dal parere che ognuno ha sulla questione – non è questo che mi interessa in questo momento – ci sono però gravi inesattezze in ciò che il M5S dichiara in particolare su due punti:

  1. si tratta di una legge anti-M5S
  2. il M5S rifiuta i contributi pubblici

Non si tratta infatti di una legge che esclude il M5S, ma direi a oggi tutti i partiti sono “fuori” da questa legge, nel senso che tutti i partiti dovranno adeguare il loro Statuto – o il loro documento che regola la vita interna, in qualsiasi modo si chiami. Anche il M5S volendo – e dopo spiego come – può rientrare benissimo nello spirito della legge.

Sul secondo punto, facciamo un semplice esempio: mettiamo che io abbia un’automobile non collaudata e quindi legalmente non in grado di circolare, anche se con un intervento del meccanico potrei risolvere tutto . Sarebbe pretenzioso sostenere che “sono io che rifiuto di circolare in una strada così”, perchè nei fatti chiunque capisce che probabilmente ho un catorcio non in grado di andare avanti con sicurezza. Se la collaudassi e la mettessi in regola, allora potrei dire “mi rifiuto di farla girare”.

Più o meno sul finanziamento pubblico c’è la stessa situazione, visto che il M5S non può presentare una domanda accettabile per il finanziamento pubblico, perchè le sue regole interne non rispettano alcuni criteri – tra l’altro validi in generale per tutte le forme associative italiane, associazioni culturali, pro loco, pubbliche assistenze, etc etc – come pubblicità dei bilanci, democrazia interna, ruoli dei vari organi, etc etc etc.

Proporrei quindi al Movimento per acquisire maggiore credibilità di dotarsi di un regolamento interno che preveda ruoli precisi, che pubblichi i bilanci dei vari organi e che stabilisca in maniera chiara e trasparente chi e come si decide. Una volta messo a posto questo – cosa che ha fatto senza scossoni la totalità dell’associazionismo italiano – si potrà dire di rifiutare i finanziamenti pubblici. E penso che ci guadagnerebbero tutti.

Altrimenti sarebbe come dire che io ho rifiutato i contributi per la ricerca spaziale se magari ho solo quattro fischioni.

Info alessandrolanteri
Un ottimista che si presta a fare politica per passione

One Response to Un’idea per il M5S

  1. Enrico Coltri scrive:

    L’ha ribloggato su Democratico ma non troppoe ha commentato:
    Il mio amico Alessandro da alcuni saggi consigli al Movimento 5 Stelle.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: