Una questione d’orgoglio

Pare ci sia una calma apparente. In realtà sta succedendo di tutto, dal caso kazako in giù.

Credo che il PD dovrebbe avere molta meno paura di affrontare certi temi e certe problematiche. Penso che bisogna avere molto più coraggio nell’affrontare i problemi delle tasse sul lavoro prima di quelle sui patrimoni e smettere di rinviare questioni urgenti come la legge elettorale o gli asset fondamentali della difesa del nostro paese. Tutto questo non significa minimamente sminuire il buon lavoro che tanti ministri del Governo Letta stanno svolgendo, ma semplicemente chiedere maggiore chiarezza e una linea politica condivisa.

Credo che in contemporanea bisognerà ripensare profondamente il PD, che nei prossimi anni sarà ancora più fondamentale per il buon governo del Paese e dei suoi territori. Dobbiamo archiviare un’esperienza di questi ultimi anni, sostanzialmente sincera ma probabilmente indietro di 15-20 anni rispetto al Paese che aveva attorno (piccola dimostrazione). Allo stesso tempo, la confusione che si è creata tra il ruolo della politica e la voglia di voltare pagina (comprensibile) rischia di far dimenticare un passaggio importante, ovvero che serve il PD, anche se non esattamente questo PD.

Questo PD ha ancora troppa paura di internet (più o meno come se le suffragette avessero avuto paura della carta…), di andare oltre i vecchi steccati socialdemocrazia/liberalismo, di andare orgoglioso delle migliaia di suoi ottimi amministratori sparsi in tutta Italia. E con la paura non si va tanto avanti.

Credo in un PD che non abbia paura e che sappia ritrovare e mostrare tutto il suo orgoglio. Per questo mi ritrovo molto nelle proposte e nelle idee che Pippo Civati propone per il PD e pertanto ho deciso di sostenere la sua battaglia congressuale. Pertanto, piccolo spazio pubblicità.

Info alessandrolanteri
Un ottimista che si presta a fare politica per passione

2 Responses to Una questione d’orgoglio

  1. salvator says:

    Concordo al 100% sulla Tua disamina su situazione politica attuale, sul PD sul futuro del Partito del partito e su Civati. D’altronde la situazione è così chiara. Basta riflettere un po’. Ma neanche tanto. E senza grande fatica.

    • 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: