Un senso a questa storia

Il mio capogruppo giustamente lamenta la mancanza di senso della Provincia di Imperia, dovuto al fatto che non ci sono più gli spazi minimi operativi. Ovvero, che cosa ci stiamo a fare?

Di sicuro hanno portato a zero euro lo stanziamento 2013 per lo sfalcio delle strade e già adesso girano voci (da verificare, eh…) che non solo non c’è più benzina per le macchine, ma che molte non sono nemmeno assicurate. Questo porta poi al fatto che se ci fosse un’emergenza di qualsiasi tipo gli uffici più “tecnici” della provincia non possono andare a operare sul posto.

Nei mesi scorsi quando si parlava di riaccorpamento delle province e uscivano tutte le proposte più stravaganti e impossibili, avevo da subito sostenuto l’idea di SAVERIA, ovvero Savona – Imperia unite, per fare un’unica e grande West Coast. Sanremo, Imperia e Savona un po’ come Los Angeles, Berkeley e San Francisco. Va beh, più o meno, dai.

Se si vuole però evitare di fare danni ulteriori, evitiamo di mettere delle foglie di fico per far finta di garantire la rappresentanza territoriale, ovvero che non si diano ruoli di governo a organi pletorici composti da persone elette per fare tutt’altro. I consigli degli ATO ad esempio non hanno (quasi) mai funzionato, perchè è molto difficile all’interno di un organo così vasto e composto di persone così differenti come possono essere i sindaci dei comunelli e i potenti assessori dei comuni più grossi avviare davvero un dibattito davvero alla pari, e prendere magari “di nascosto” decisioni anche importanti. Lasciando poi perdere il fatto che non sempre gli interessi delle singole amministrazioni comunali coincidono con l’interesse dei cittadini della Provincia, ma questo è un discorso un po’ lungo.Discorsi simili possono poi essere fatti anche su altri tipi di organismi ugualmente incoerenti, su cui per carità di patria per ora taccio.

Per cui si prenda una scelta chiara: compiti chiari affidati a persone precise e responsabilizzate, quindi o si tengono le Province -ovviamente più grosse e compiti più chiari – oppure si chiudono e si passa (quasi) tutto alle Regioni. E io sono per la seconda ipotesi, specie nel caso delle regioni piccole come la Liguria.

Il titolo non c’entra niente con la mozione  Bersani 2009  

Lo dico perchè c’è gente sensibile che magari ci resta male

Info alessandrolanteri
Un ottimista che si presta a fare politica per passione

7 Responses to Un senso a questa storia

  1. Gian Marco says:

    Però la macchina burocratica per la inutilissima “strada di cornice” ( http://www.praugrande.org/la_moyenne_corniche.html) sta andando avanti speditamente.
    Al paesello si vocifera di prossime acquisizioni di terreni da parte della provincia e di lavori imminenti per trasformare una stradina un uno stradone, ma solo in parte, perché poi arrivati al confine con l’area protetta ci si ferma.
    Possibile che non ci siano soldi per lo sfalcio ma poi si buttino via i soldi per una strada strategicamente inutile che non potrà mai essere completata senza infrazioni alla normativa nazionale ed europea?

  2. Le ultime novità che avevo sentito parlavano sostanzialmente di sistemare una stradina in modo da renderla carrozzabile, ma non si dovrebbe trattare di stradone a 5 m. Mi informo meglio. In ogni caso, Prau Grande per ora è fuori dai giochi per la discarica.

    • Gian Marco says:

      Vedremo che “stradina” sarà. Personalmente sono molto scettico e temo colpi bassi: da sempre questa strada viene presentata sia come “stradina” che come “alternativa alla congestionata arteria costiera” e viene messa fra le 10 priorità dell’amministrazione provinciale http://www.provincia.imperia.it/site/9469/default.aspx

      Capirai che se si tratta di una stradina allora non stiamo parlando di una alternativa alla viabilità costiera e viceversa. Questa ambiguità mi puzza molto.

      Se poi ci aggiungi che non ci sono soldi per tagliare le erbacce sul ciglio delle provinciali e intanto si rende carrozzabile una stradina in più la domanda sorge spontanea: ma perché i soldi non li usano per le strade che già esistono? La strada che collega Pompeiana a Riva Ligure è piena di buche e il parapetto di un pontino è pericolante da anni. Questa strada viene percorsa da tutti gli abitanti di Pompeiana almeno una volta al giorno, la stradina in cima al colle chi la percorrerebbe? Perché non aggiustano quello che serve invece di rendere carrozzabile roba inutile?

      Vedrai che tra qualche anno sarà chiaro che la “stradina” sarà una infrastruttura utile a qualche palazzinaro. Non riesco a darmi altre spiegazioni.

      • Che bello il decalogo. Altro che 10 punti, sono 80-90 cose in realtà. Beh, non mi pare se ne stia realizzando mezza.

        Io penso e spero che si tratti di una strada per il traffico – poco – limitato agli spostamenti tra i piccoli comuni. anche perchè sarà sempre e comunque più veloce spostarsi sull’Aurelia o sull’A10. Penso vada intesa come “alternativa” solo sensatamente per chi da Cipressa deve andare a Pompeiana. Comunque verifico e ribadisco invece quanto già detto: per ora non esiste nessun piano su Prau Grande, sono state valutate tre ipotesi per la discarica e non c’era Prau Grande.

        • Gian Marco says:

          Perché non coinvolgere Terzorio quando si collega Pompeiana a Cipressa? La strada da Pompeiana a Terzorio esiste già, tra Terzorio e Cipressa è possibile ripristinare le piste costruite durante la costruzione della A10.
          La strada Pompeiana-Cipressa via Terzorio sarebbe più corta di 6/7 Km e non taglierebbe aree protette.
          Ciao

          • Sono d’accordo e ho anche sottoposto l’idea più volte in Provincia, ma non mi risulta che l’idea piaccia ugualmente ai Comuni interessati…

            • Gian Marco says:

              Dovrebbero addurre motivazioni plausibili diverse da “non mi piace”, non trovi?
              La nostra proposta (dico nostra perché l’ho avuta io e l’hai avuta tu, che l’hai pure sottoposta) ha il vantaggio di essere una via più breve, di non transitare attraverso aree protette e di non escludere un comune.
              L’alternativa che la provincia sta portando avanti invece che cosa offre?
              Nessuno ci ha mai dato una spiegazione e questo lo trovo molto preoccupante.

              Ciao

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: