Preoccupati e occupati

Il gruppo del PD in Provincia è fortemente preoccupato per i recenti e gravissimi tagli al trasporto pubblico locale.
 
I consiglieri democratici hanno prima di tutto presentato un’ ordine del giorno a sostegno del mantenimento della linea ferroviaria Ventimiglia – Cuneo che incoraggia la Provincia ad attivarsi per il suo mantenimento: si stratta di un’infrastruttura fondamentale per collegare il Ponente Ligure con la Provincia Granda oltre che con territori di Briga e Tenda ora francesi ma con i quali è moralmente obbligatorio mantenere un forte legame per la naturale vicinanza delle storie delle nostre comunità.
 
La vicenda Riviera Trasporti è invece più complessa e ha avuto uno sviluppo più articolato.
 
Nei mesi scorsi il gruppo PD ha pubblicamente:
– preannunciato la gravità e la quantità dei tagli;
– resa pubblica la mancanza di informazioni ricevute sulla “galassia RT” (e in particolare sulle sue partecipate);
– constatato l’incoerenza di avere a distanza di pochi mesi un bilancio formalmente in attivo e di dover poi attuare poi gravissime misure a danno del servizio e dei dipendenti;
– partecipato alla commissione speciale RT costituita dalla Provincia, anche se poco incisiva;
– incontrato i rappresentanti sindacali dei lavoratori;
– sottolineato le forti frizioni esistenti tra maggioranza, giunta e cda RT;
– fatto proposte per migliorare il trasporto scolare e per disabili;
– contestato la presenza, tra gli incaricati della Provincia in RT, di persone sotto indagine per questioni di criminalità organizzata.
 
“Ci siamo sempre trovati di fronte un muro.” dichiarano i consiglieri” ma non abbiamo intenzione di demordere. Faremo proposte concrete.”
 
Il gruppo sta ora lavorando alla stesura di osservazioni e proposte puntuali su tutto l’orario provinciale. Le attuali categorie più penalizzate sono: i lavoratori del comparto sanità – assistenza e turistico, che non hanno più mezzi per raggiungere il posto di lavoro, e i residenti nell’entroterra, che perdono la quasi totalità dei collegamenti utili festivi.
 
Il gruppo sta raccogliendo le esigenze e le proposte, zona per zona, che consentano di razionalizzare ove possibile le corse, evitando doppioni non necessari e promuovendo anche in determinate situazioni nuovi percorsi più razionali allo scopo non di tagliare ulteriormente, ma di migliorare il servizio. L’insieme delle proposte ricevute sarà presentato a giorni. Chi avesse suggerimenti, li può mandare a gruppo.pdim@gmail.com
Tra le varie ed eventuali, ieri abbiamo occupato la sede del PD di Taggia.
In adesione alla mobilitazione nazionale spontanea “#occupyPD” la sezione del Partito Democratico di Taggia è stata occupata ieri sera da esponenti dei Giovani Democratici e del PD provinciale.
 
Tra i presenti i segretari dei circoli di Taggia, Gianni Oggiana, e di Santo Stefano al Mare, Lucio D’Aloisio, il consigliere provinciale Alessandro Lanteri, l’ex Sindaco di Terzorio, Giacomo Ferrari, l’assessore ai servizi sociali di Taggia, Luca Napoli, e i giovani democratici Valerio Ferrari, Davide Caldani e Giovanni Ammirati.
 
Il Circolo è rimasta aperta nella notte in segno di protesta contro la decisione della dirigenza del Partito Democratico di candidare Franco Marini alla Presidenza della Repubblica: “quello che è accaduto ieri è una brutta pagina per il partito, abbiamo apprezzato la chiara scelta della Senatrice Donatella Albano e la lettera firmata dai parlamentari liguri, dai segretari territoriali e dal Presidente Burlando che chiede una rotta più chiara” affermano i partecipanti, “la dirigenza nazionale del PD deve saper capire il proprio elettorato e non farci subire giochetti politici” e aggiungono “vogliamo comunque sottolineare che solo nel Partito Democratico le scelte imposte dall’alto vengono così rimesse in discussione dai militanti, moltissimi circoli in Liguria e in tutta Italia sono stati occupati pacificamente in segno di dissenso. Chiediamo che il prossimo nome proposto sia condiviso prima all’interno del Pd e successivamente dalle altre forze politiche”.

Info alessandrolanteri
Un ottimista che si presta a fare politica per passione

One Response to Preoccupati e occupati

  1. amelia narciso scrive:

    quella di ieri è stata una gran brutta pagina per un partito in cui tanti avevano riposto la speranza di poter costruire un paese diverso e con aria pulita… io ancora stento a credere che sia veramente accaduto! Bravi per occupy!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: