Conseguenti dimissioni

Il Segretario Provinciale del PD ha scritto al Sindaco di Imperia in seguito ai noti fatti che hanno coinvolto il porto e di conseguenza la città.

 I gravi fatti odierni, che hanno portato all’arresto dell’imprenditore Caltagirone e del manager Carlo Conti, entrambi protagonisti di prima fila nella costruzione del porto turistico di Imperia, chiariscono definitivamente che questa vicenda è stata caratterizzata da un’illegalità diffusa. L’interesse prevalente è stato quello di pochi personaggi, più o meno noti, che hanno deliberatamente deciso di speculare sulle spalle di una intera città. Il Partito Democratico, sin dall’inizio dell’iter che ha portato alla costruzione del porto turistico, ha segnalato gli aspetti dubbi della vicenda, chiarendo come nulla di quello che stava accadendo rispondesse alle esigenze di sviluppo di Imperia. Erano stati inoltre segnalati gli aspetti più opachi dell’intera gestione, tutti confermati dalle molteplici inchieste giudiziarie che si sono susseguite.

Il Sindaco del capoluogo Paolo Strescino ha ricoperto incarichi di rilievo nella precedente amministrazione, come assessore e come vicesindaco. E’ stato quindi uno dei responsabili politici ed amministrativi di tale vicenda sin dall’inizio e negli ultimi tre anni, come Sindaco, è stato il riferimento politico di chi continuava ad indicare il porto come elemento di sviluppo e di progresso.

Le sue responsabilità politiche sono evidenti e a causa di ciò non gli resta che rassegnare le dimissioni dall’incarico.

Il Partito Democratico chiede quindi ufficialmente che si ponga termine all’esperienza di una delle peggiori giunte comunali che abbia amministrato Imperia e confida nell’opera della magistratura, che sta operando per ristabilire la legalità, proprio nello stesso periodo in cui altre realtà della provincia sono state sconvolte dalle inchieste sulle infiltrazioni della criminalità organizzata.

Imperia e la provincia tutta meritano una classe dirigente diversa e rispettosa delle regole e della legge.

Non posso fare altro che seguire anche io le direttive del mio Partito, con responsabilità e senso di appartenenza.

Mi dimetto pertanto dal mio incarico molto part time di sosia del Sindaco di Imperia, rimettendo pertanto l’incarico nelle mani della segreteria provinciale.

In attesa di riscontri da parte loro, continuerò liberamente a fare se necessario e richiesto il sosia del cittadino Paolo Strescino, ma in quanto tale e non in quanto Sindaco.

Certo di rispettare al massimo in tal modo le linee politiche del mio Partito, mi godo ora quel che resta del weekend.

Info alessandrolanteri
Un ottimista che si presta a fare politica per passione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: