Silvio non c’è più

Silvio non c’è più. Alcuni dicono che sia stata la finanza internazionale a volerlo levare di mezzo. Penso abbiano ragione, ma si devono ricordare che uguale auspicio avevano:
– tutte le associazioni di categoria di lavoratori, commercianti, artigiani, coltivatori, industriali
– tutte le principali organizzazioni religiose
– gli altri stati e le istituzioni dell’Unione Europea
– l’opinione pubblica italiana, ripetutamente offesa
Questi, alla lunga, hanno convinto pure qualcuno, e poi qualcun altro, e poi un altro ancora della maggioranza più grande della storia della Repubblica. Il resto sono frasi di circostanza.

Info alessandrolanteri
Un ottimista che si presta a fare politica per passione

3 Responses to Silvio non c’è più

  1. Non è vero. Non è più Presidente del Consiglio. Continuerà ad “esserci”.
    Ora siamo noi italiani che dobbiamo dimostrare che possiamo essere onesti.
    Hai menzionato “tutte le associazioni di categoria di lavoratori, commercianti, artigiani, coltivatori, industriali”. Benissimo. Tutte queste categorie, da subito verseranno l’IVA dovuta? rilasceranno lo scontrino? lavoreranno con “dedizione”? I miei colleghi? L’idraulico?
    Tutte queste categorie arrabbiate “rispetteranno” il loro prossimo?
    Se sei veramente ottimista, stimola l’ottimismo degli altri… altrimenti questa gioia che abbiamo visto negli italiani scomparirà velocemente.

  2. Interessante spunto. La mia voleva essere una risposta a quanti sopravvalutano il potere finanziario nell’attuale svolta politica nazionale.

    Penso che adesso ci siamo rimessi in carreggiata per ritornare un Paese normale, e oggi anche i Paesi normali hanno grossi problemi.

    Per ricostruire l’Italia ci vuole uno sforzo condiviso, equo e serio: possiamo salvare la baracca insomma. Credo che qualcuno lo si dovrà prendere per le orecchie, ma se sarà percepita come una battaglia comune non credo ci saranno problemi. Gli italiani sono pessimi nell’ordinaria amministrazione, mentre hanno già dato grande prova di possibilità di riscatto incredibili quando si trovano nella “bratta”, e penso che ora salterà fuori ancora questa nostra grande attitudine naturale.

  3. L’importante che non salti fuori la “grande attitudine naturale” ad essere “furbetti o dritti”.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: