Talkin’ bout my generation

Dal blog di un sopravvissuto di Utoya, alla fine del racconto di quella terribile giornata:

A quelli che leggono questo racconto chiedo di riportare un desiderio di un caro amico e compagno: per piacere, non fatemi vedere messaggi di odio, auspicio di pena di morte o cose del genere. Se qualcuno dovesse credere che qualcosa potrebbe andare meglio uccidendo quel piccolo uomo triste, si sbaglierebbe di molto.

Dopo i terribili fatti che hanno scosso i nostri compagni dell’AUF, l’impegno in politica per la generazione che è cresciuta dopo la fine del mondo in blocchi assume tutto un altro significato. Non nascondo che penso che le nostre responsabilità dovranno aumentare, e dovremo essere capaci di prendercele. “We can be the great generation” recita uno striscione che campeggia sull’isola.

Nel mio piccolo, comincerò con questi presupposti a fare il consigliere provinciale; questo venerdì sera alle 18,30 ci sarà il mio primo consiglio, in cui si ratificherà il mio ingresso nell’assise. Sono molto, molto, molto emozionato.

Info alessandrolanteri
Un ottimista che si presta a fare politica per passione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: