Seipertre

Sovrastano varie location della città grandi manifesti seipertre della nostra gloriosa Amministrazione Comunale che si bea del risultato dell’apertura dell’Aurelia Bis al Borgo. Penso che, al contrario del parere comune, il problema principale della giunta Zoc non stia nel bilancio, ma nella carenza di buon gusto che traspare dal normale modo di fare di questi amministratori.

Dire che l’Aurelia Bis è tanto merito della giunta Zoccarato quanto può esserlo la maturazione dei datteri delle palme sul lungomare: impegnandosi seriamente, avrebbero potuto al massimo rallentare i lavori. L’aurelia bis è un’opera che arriva da lontano e a questo lotto in particolare è stato dato il via durante la Giunta Borea, grazie al parere favorevole congiunto di Comune, Provincia e Regione e ai fondi ANAS sbloccati dall’allora Governo Prodi. L’opera in questione ha poi subito vari ritardi, dovuti ad alcuni problemi di alcune ditte e alla frana di Villa Cittera dovuta ai lavori di un privato, che ha bloccato di fatto i lavori sul ponte del Borgo. Per chi non ci credesse, ecco la cronistoria:

  • 19 marzo 2007 – Consegna dei lavori da parte del Presidente della Regione Burlando
  • 22 gennaio 2008 – Gianni Berrino (allora La Destra, ora assessore di Zoc PdL) fa un’interpellanza al Sindaco Borea su alcuni problemi connessi all’avvio del cantiere
  • 3 ottobre 2008 – Pino Di Meco (allora consigliere comunale di Forza Italia, poi assessore e ora al Casinò) fa un’altra interpellanza segnalando al Sindaco Borea problemi di una ditta appaltatrice.

Ne conseguono per il nostro caro Sindaco due ipotesi che tra l’altro ha messo in musica Fabri Fibra, ovvero:

  • che il cantiere era partito nel 2007 lo sapevano tutti TRANNE TE
  • che è stata una scelta deliberata e conscia di agire da BUGIARDO

Indipendentemente da quale sia l’ipotesi vera, niente APPLAUSI per Zoc. Il problema principale di questi manifesti è comunque che tanti non hanno gradito perchè i loro faccioni sorridenti hanno coperto alcune pubblicità di Intimissimi.

E in ogni caso usare come slogan “Andiamo avanti” con QUATTRO puntini di sospensione, invece di dare certezze, penso che ne levi.

Info alessandrolanteri
Un ottimista che si presta a fare politica per passione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: