Tradizioni IDV

Oggi si parla molto di Razzi e di Scilipoti, usciti (come ormai un deputato su quattro) dall’Italia dei Valori. Oltre ai due fenomeni di cui sopra, una situazione similare riguardò anche Americo Porfidia, anche lui ora fedelissimo tra i berluscones.

Ci dovremmo in tanti ricordare anche di Sergio De Gregorio, che ha contribuito a minare dal primo giorno il governo Prodi dal 2006 al 2008.

Valerio Carrara però me l’ero scordato: l’unico senatore eletto nel 2001 dall’IDV, che annunciò l’adesione a Forza Italia il primo giorno della legislatura.

Che dire, un partito giovane ma che pare tenere fede alle sue tradizioni!

Info alessandrolanteri
Un ottimista che si presta a fare politica per passione

4 Responses to Tradizioni IDV

  1. ImperiaParla says:

    Beh, se stiamo a contare quelli del PD, che a differenza di quelli dell’Idv hanno creato danni non indifferenti al paese intero (la Binetti su tutti, Rutelli poi, do you remember?), non la finiamo più. E purtroppo penso che il PD sia destinato a perderne ancora tanti. Sfortunatamente i più influenti resteranno fino alla fine (molto prossima, secondo me). Ti faccio anche i nomi: Violante (ricorderai benissimo il suo famoso discorso alla Camera sul conflitto d’interessi), Fassino, Veltroni e D’Alema. Mandateli a casa, prima che sia troppo tardi!
    PS E’ un consiglio amichevole 😉

    • Giancarlo Manti says:

      Paragone improprio e fuorviamente: Binetti e Rutelli hanno votato la sfiducia; sono usciti dal Pd perchè non condividevano più linea ed azione politica e non sono stati comprati da nessuno. Quali sono i danni creati addirittura al paese intero? Quando il non condividere altre idee sfocia nella denigrazione personale e nell’invettiva, la democrazia lascia il passo al populismo, alla demagogia. Non ci piace la politica gridata, non ci piace la demonizzazione dell’avversario, non ci piace questo modo di fare politica impersonato da Di Pietro.

  2. ImperiaParla says:

    @ Manti: non piace neppure a me, ma il PD si sfalderà presto. Mi dispiace.

    • Se il resto della sinistra pensa di essere autosufficiente, può pensare di arrangiarsi da solo. Perchè non lo fa? ah già, tutti assieme hanno la metà del consenso del PD.

      Cerchiamo di parlare con un minimo di rispetto degli alleati e stiamo a sentire le critiche se vogliamo farne. Sono tre elezioni di fila che l’IDV candida ominicchi impresentabili e pretende di far prediche ad altri in continuazione. Adesso basta!

      Per quanto riguarda gli sfaldamenti, ne ho già visti molti di più a sinistra del PD: esempi? Rosa nel Pugno, Sinistra Arcobaleno, Sinistra e Libertà 1.0 (persi per strada Verdi e Socialisti), etc.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: