Come i funghi

Apre il comitato di quartiere PD a San Martino? Subito dopo ne salta fuori uno autodefitosi “civico”. Nel direttivo gli apoliticissimi Carlo Pavone come presidente (attivista del PDL e fedelissimo di Zoccarato), segretario Giulio Ballarini (socio “attivissimo” dell’associazione del consigliere PDL Baggioli Sanremo Azzurra) e vicepresidente l’amico leghista Enzo D’agostino, già candidato del Carroccio in Comune e in Provincia.

Esiste il comitato di quartiere PD della Pigna, oltre che la neonata sezione sanremese di SEL? Ovvio, subito dopo ne salta fuori uno “civico”. In questo c’è da dire che non vi sono esponenti politici noti come tali. Mi ha stupito però un episodio: commentando il terribile episodio dell’attentato incendiario (tra l’altro l’ennesimo in città) a un negozio d’abbigliamento gestito da cinesi, è saltato fuori un commento sul profilo facebook ufficiale del gruppo un po’ sibillino dell’associazione, testualmente

anche questo “a monte” potrebbe avere un’origine fondata sulle regole UGUALI PER TUTTI, stavolta amministrative e commerciali.
gli organi preposti a questo controllo hanno la consapevolezza che sia tutto ok?
viva le culture diverse, l’importante che non siano loro a discriminarci!
anche nella tranquillità quotidiana e… notturna.

Quanto meno intempestivo dire ad una famiglia che ha subito un attentato “eh, però certo che se non tiravate la corda, un po’, ve la siete cercata…”. Chiedo chiarimenti e specificazioni, la risposta, completamente fuori luogo, è stata

ti rispondiamo per cortesia, ma il comitato non fa politica

Premettendo che non c’è nessuna vergogna nel farla, dico subito che un comitato di quartiere fa politica, per definizione. Prende posizione, sollecita interventi, esprime pareri, e mille altre cose che altro non sono se non POLITICA.

Ho già scritto che la politica tutti la condannano, ma poi tutti vogliono metterci il becco. magari chiamando un partito movimento, magari organizzando al posto di un congresso un meeting, magari aprendo club al posto delle sezioni, ma rimane sempre la stessa zuppa, l’importante è essere leali e chiari. E se si è di parte, è una truffa nasconderlo.

Info alessandrolanteri
Un ottimista che si presta a fare politica per passione

5 Responses to Come i funghi

  1. forte

  2. Pingback: Come i funghi – bis « Alessandro Lanteri's Blog

  3. Pingback: Un quartiere per una Villa « Alessandro Lanteri's Blog

  4. Pingback: Limiti miei | Alessandro Lanteri's Blog

  5. Pingback: Matuzia Nostra ha fatto “coming out” | Alessandro Lanteri's Blog

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: