Cortine di fumo

L’attenzione e la serietà dei media italiani a riguardo della politica estera è tristemente nota: quando va bene, si parla dello stile della Premiere Dame, madame Bruni in Sarkozy, o delle varie storie di letto e di corna dei nobili ispano-anglo-monegaschi.

E’ pertanto stonata l’attenzione che viene posta alle elezioni di mid-term negli USA, dato che in buona sostanza delle elezioni interne americane ce ne siamo sempre fregati altamente. Per carità, il crollo dell’asinello c’è stato (anche se meno peggio del previsto), ma non posso fare a meno di pensare che i media italiani attuali ci sguazzino un filo a far notare le sconfitte in giro per il mondo del centrosinistra.

La vittoria schiacciante di Dilma Rousseff, “delfina” del progressista Lula, prima presidentessa donna, in Brasile è passata decisamente più inosservata, ad esempio. A latere, questa è una di quelle tante storie che dimostra come non è detto che si debbano tenere le stesse persone per continuare a vincere e che quindi non si deve aver paura di un limite nei mandati.

Info alessandrolanteri
Un ottimista che si presta a fare politica per passione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: