Fare acqua, da tante parti

Tanti medi e piccoli comuni anche nella nostra Provincia si sono applicati in vario modo per mantere l’acqua pubblica all’interno del loro territorio e messi assieme, sono un simpatico panorama.

I dati più interessanti:

  • dal punto di vista statistico, è la loro popolazione complessiva è di circa 40.ooo abitanti, equivalente a quella del capoluogo Imperia;
  • dal punto di vista amministrativo, sono luoghi in cui la gestione pubblica funziona bene;
  • dal punto di vista idrico, le maggiori riserve d’acqua inutilizzate si trovano all’interno di questi comuni dell’entroterra;

Nei fatti, tutta la costa si trova a sfruttare l’acquedotto Roja Bis, originariamente costruito dallAMAIE di Sanremo e prolungato fino ai primi Comuni della provincia di Savona (come ha mostrato il guasto di oggi alla Rabina di Imperia). Molto probabilmente una gestione unitaria di questa rete, che nei fatti gestisce la stessa acqua, sarebbe auspicabile.

Il problema nasce con il teorico ATO, ambito territoriale ottimale, che di ottimale non ha poi così tanto, dato che dentro ci sono situazioni diversissime. In pratica, diversi paesi dell’entroterra si sono sentiti presi in giro, dato che la costa li ha spogliati col tempo di tanti servizi e di attenzione, e doverle regalare una delle poche cose rimaste (l’acqua), li ha messi tutti sull’attenti.

Tutto questo è successo nel nostro Ponente, in cui non è che le Amministrazioni siano particolarmente riottose al volere del centrodestra locale e nazionale: evidentemente, questo è un tema sentito al di là degli schieramenti, visto anche il successo del Coordinamento per l’Acqua Pubblica CIMAP.

A causare tutto questo, il fatto che anche in un mondo aperto e liberale come il nostro, rimangono alcuni beni che la gente non è disposta a dare ai privati.

Info alessandrolanteri
Un ottimista che si presta a fare politica per passione

2 Responses to Fare acqua, da tante parti

  1. Gian Marco says:

    Ciao, ho scoperto con piacere il tuo blog, mi sa che ogni tanto ci farò un giro….
    Per adesso ti faccio una domandina. Chi è che a fine aprile ha detto che Pur guardando con simpatia a tutti quei movimenti che si battono contro il rischio di monopoli privati, riteniamo che il referendum non sia la strada giusta? Quindi Il Pd seguirà un’altra via. E cioè formulerà, nel più breve tempo possibile, una proposta di legge coinvolgendo gli amministratori locali e i cittadini.
    Sono passati sei mesi, cosa ha fatto il Bersani “cattivo” (cioè Pierluigi, da non confondere con il Bersani “bravo”, Marco)? Sarà anche come dici te, che rimangono alcuni beni che la gente non è disposta a dare ai privati, ma il Bersani cattivo e la gerontocrazia che imperversa nel PD non danno segnali di rendersene conto.

    • Grazie, ricambierò e ti metto tra i link il tuo blog!

      La mia preoccupazione riguardo il referendum è una sola: che se per caso fallisce, in pratica si blinda la legge, come è successo purtroppo per la fecondazione assistita. Siamo sicuri di farcela a portare il 50 % degli italiani a votare, quando il 30 % non andrebbe a votare manco se si tratta di scegliere tra Gandhi e il Conte Dracula?
      Nel frattempo, mi pare che a livello locale ci si stia muovendo in maniera molto chiara ed efficiente sul problema acqua. Ricordiamoci però che non bisogna fare di tutta l’acqua un brodo unico: io personalmente non penso che si possa pensare ad obbligare i Comuni nè a privatizzare cose che stanno gestendo bene, nè a gestire in proprio i propri acquedotti se non sono in grado e ci sono alternative, devono piuttosto essere messi in condizioni di poter scegliere liberamente, senza imposizioni dall’alto.
      my 2 cents, ovvio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: